Terapia a luce rossa per la cellulite: funziona davvero?

Molte persone vorrebbero perdere peso e soprattutto eliminare la cellulite ostinata. La terapia con la luce rossa potrebbe essere la risposta per un’efficace riduzione della cellulite e perdita di grasso? In questo articolo rispondiamo a come ridurre la cellulite e presentiamo come la ricerca ha dimostrato che la terapia naturale con luce rossa per la cellulite può aiutarti a perdere grasso corporeo, scolpire e tonificare il corpo. 

Cos’è la cellulite?

La cellulite non è altro che grasso. Il suo aspetto con fossette e grumi è spesso descritto come simile alla ricotta, ma è un problema estetico, non di salute. Si trova più comunemente sui fianchi, sulle cosce, sui glutei e sull’addome. La cellulite si forma quando il grasso sottocutaneo (sotto la pelle) viene schiacciato attraverso la rete di fibre di collagene che uniscono la pelle al muscolo sottostante.

Cause della cellulite

Quasi il 90% delle donne e circa il 10% degli uomini sviluppano la cellulite ad un certo punto della loro vita. La cellulite è più evidente nelle persone in sovrappeso, perché più grasso preme contro il tessuto connettivo, più finirà per essere spinto contro la pelle. Tuttavia, anche coloro che sono magri e in forma e fanno attività fisica regolarmente possono sviluppare la cellulite perché molti fattori diversi giocano un ruolo nella sua creazione.

L’età, gli ormoni e la genetica sono tutti collegati alla formazione della cellulite. Se sviluppi la cellulite nella mezza età, potrebbe essere il risultato di un aumento di peso. Potrebbe anche essere causato da una riduzione naturale della produzione di collagene ed elastina che si verifica con l’età e può portare a una pelle più sottile e meno elastica. Quando la pelle non è più spessa ed elastica come una volta, il grasso sottostante è più evidente.

Terapia con luce rossa per dimagrire e ridurre la cellulite

Terapia a luce rossa per la cellulite: funziona davvero?,

Eliminare la cellulite è un argomento caldo, tanto quanto la perdita di peso stessa. Le persone provano molti rimedi diversi per liberare il proprio corpo dalla cellulite, dagli esercizi di riduzione delle macchie, alle cosiddette creme rassodanti per la pelle, ai filler, e spesso finiscono per frustrarsi quando i loro sforzi non raggiungono i risultati desiderati. Di seguito è riportata una sinossi di alcuni rimedi comuni che le persone utilizzano nel tentativo di liberare il proprio corpo dalla cellulite.

Cambiamenti nello stile di vita: ottimi per la salute e la perdita di peso, non necessariamente per la cellulite

Per quanto un’alimentazione sana e l’esercizio fisico siano favolosi per la salute e il benessere, questi passaggi da soli raramente eliminano la cellulite. È vero che ridurre il grasso corporeo in eccesso può aiutare ad allentare la pressione sul tessuto connettivo tra la pelle e i muscoli, il che può aiutare a ridurre la cellulite. Ma gli individui con pelle sottile e debole, a causa della genetica e/o dell’invecchiamento, mostreranno ancora alcune fossette dovute al grasso sottocutaneo, anche quando i loro corpi sono magri.

La chiave per ridurre al minimo la cellulite è aumentare la produzione di collagene in modo che…

  • il tessuto connettivo che lega la pelle e i muscoli forma un reticolo più solido con meno punti deboli dove il grasso può penetrare
  • la pelle diventa più spessa ed elastica, mascherando l’aspetto della cellulite.

Le creme rassodanti per la pelle forniscono effetti minimi e temporanei

Non esistono prove scientifiche che le creme rassodanti per la pelle funzionino. La teoria alla base di queste creme è che rassodare la pelle ridurrà la comparsa della cellulite. Ma gli eventuali effetti che potrebbero ottenere sono minimi e temporanei e le creme possono irritare la pelle delle persone sensibili. Gli ingredienti attivi in ​​genere includono:

  • Caffeina: un vasocostrittore (un agente che riduce le dimensioni dei vasi sanguigni e aumenta la pressione sanguigna) e diuretici che disidratano temporaneamente le cellule adipose. Secondo uno studio del 2015, molte persone riferiscono prurito e altri effetti collaterali indesiderati.
  • Retinolo: un derivato della vitamina A che aumenta la produzione di collagene e ispessisce la pelle; molti individui sono sensibili al retinolo e sviluppano reazioni avverse come arrossamento, dolore e senso di oppressione;
  • Dimetilamminoetanolo (DMAE): un antiossidante naturale presente nel pesce che rimpolpa e rassoda la pelle stimolando le contrazioni muscolari. Si sa molto poco sulla sua sicurezza a lungo termine.

Filler cutanei e laser: soluzioni invasive, costose e temporanee

I filler cutanei (filler dermici iniettabili) possono offrire una riduzione temporanea delle fossette, ma costano centinaia o migliaia di dollari per sessione terapeutica. Poiché questi riempitivi sono temporanei, è necessario impegnarsi in iniezioni continue, che diventano costose. I filler cutanei sono disponibili in diversi tipi, tra cui:

  • Idrossiapatite di calcio (CaHA): una sostanza naturale che si trova principalmente nelle ossa. Se utilizzate come riempitivo, le particelle sono sospese in un gel. Questo filler dura circa 12 mesi prima di essere riassorbito e deve essere riapplicato.
  • Acido ialuronico (HA): una sostanza naturale già presente nella pelle che mantiene la pelle idratata e dall’aspetto carnoso. I filler HA sono simili al gel e i risultati durano dai 6 ai 12 mesi; i risultati ottimali durano solo pochi mesi prima che il corpo inizi ad assorbire le particelle di HA.
  • Acido poli-L-lattico: una sostanza sintetica utilizzata da tempo in dispositivi medici come i punti di sutura solubili e che si ritiene stimoli la produzione di collagene. Sebbene il gel si dissolva dopo pochi giorni, i risultati possono durare fino a due anni.
  • Polimetilmetacrilato (PMMA): un riempitivo sintetico che contiene collagene e crea una “microsfera” (minuscola pallina) che rimane indefinitamente sotto la pelle per sostenerla. Possono verificarsi effetti collaterali e complicazioni, tra cui (come rilevato da uno studio del 2015) debolireazioni immunitarie da corpi estranei. È importante da notare che i filler aggiungono volume alla zona da trattare. Potrebbero non ridurre completamente l’aspetto a fossette della cellulite se non si affronta la causa principale della cellulite (spessore ed elasticità della pelle).

I trattamenti laser richiedono incisioni per introdurre raggi laser ad alta potenza per far letteralmente scoppiare le cellule di grasso, al costo di molte migliaia di dollari. I trattamenti laser devono essere eseguiti da un dermatologo o un chirurgo plastico.

Questo tipo di terapia non migliora lo spessore e l’elasticità della pelle, né l’integrità strutturale del tessuto connettivo. Quindi, anche se il grasso può essere rimosso, la pelle non necessariamente “rimpicciolisce per adattarsi” dopo il trattamento, soprattutto nei pazienti anziani la cui pelle ha perso elasticità. I trattamenti laser comportano anche il rischio di ustioni.

Luce rossa per la cellulite: un trattamento alternativo efficace

Terapia a luce rossa per la cellulite: funziona davvero?,
Figura: Terapia a luce rossa per la cellulite prima e dopo i risultati

 

La terapia con luce rossa si sta affermando come un modo sicuro, naturale, non invasivo e altamente efficace per trattare la cellulite. Ma molti si chiederanno “Mala terapia con la luce rossa funziona sulla cellulite?” , e giustamente. Tuttavia, se continui a leggere, capirai meglio il meccanismo e questo potrebbe portarti ad apportare alcuni cambiamenti allo stile di vita che potrebbero portarti i risultati che stai cercando.Terapia con la luce rossa utilizza lampadine a diodi emettitori di luce (LED) per bagnare in modo sicuro il corpo con onde luminose rosse e del vicino infrarosso (NIR).

 

La terapia con luce rossa altera positivamente la funzione cellulare per favorire la salute, il ringiovanimento della pelle e una significativa perdita di grasso. Scopri di più sugli straordinari effetti bruciagrassi della terapia con luce rossa nel nostro altro blog su luce rossa e perdita di peso.

Ecco come funziona la terapia con luce rossa sulla cellulite:

  • Aumento del metabolismo cellulare e dell’energia: poiché i fotoni luminosi vengono assorbiti dai mitocondri (centri energetici delle cellule), viene stimolata la produzione di energia nelle cellule. Ciò porta a cellule più sane e più resistenti.
  • Aumento della produzione di collagene: la luce rossa stimola la produzione di fibroblasti (i fibroblasti sono i precursori del collagene), che aiutano ad ispessire la pelle e il tessuto connettivo sottostante e a ripristinare l’elasticità. Una volta che la pelle diventa più elastica e più spessa, il grasso sottocutaneo è più contenuto e ha meno probabilità di spingersi verso l’esterno.
  • Maggiore produzione di elastina: l’elastina è una proteina strutturale che conferisce elasticità alla pelle e ai tessuti connettivi. Una volta danneggiata, spesso non si rigenera, motivo per cui la pelle fotoinvecchiata o danneggiata dal sole diventa rilassata e cadente. La terapia con luce rossa attiva la crescita dei fibroblasti, che porta ad abbondanti fibre elastiche e di collagene.
  • Perdita di grasso: la luce rossa fa sì che le cellule di grasso “si liberino” formando piccole aperture nelle pareti cellulari, che rilasciano acidi grassi noti come lipidi. Uno studio condotto da ricercatori di Boston ha scoperto che l’80% dei lipidi veniva rilasciato dalle cellule adipose dopo soli quattro minuti di esposizione alla luce rossa. Nel giro di sei minuti, quasi tutto il grasso era stato rilasciato.

Uno studio clinico sugli effetti della terapia con luce rossa sulla cellulite ha coinvolto 20 partecipanti di sesso femminile di età compresa tra 25 e 55 anni. Le donne sono state divise in due gruppi: uno che si è impegnato in un allenamento su tapis roulant ad alta intensità insieme alla terapia della luce NIR a 850 nm, e un gruppo di controllo solo su tapis roulant. Il gruppo con tapis roulant e terapia con luce rossa ha ottenuto una riduzione significativa della cellulite, mentre il gruppo che utilizzava solo tapis roulant no.

In un altro studio che ha coinvolto nove partecipanti donne, è stata utilizzata la terapia con luce rossa e NIR insieme a un gel anticellulite per trattare cellulite nelle cosce e nei glutei. Dopo 24 trattamenti di terapia con luce rossa da 15 minuti, coloro che sono stati trattati con la combinazione gel/terapia con luce rossa hanno mostrato una significativa riduzione della cellulite.

È importante notare, tuttavia, che alla valutazione di 18 mesi (15 mesi dopo il trattamento) cinque partecipanti sono tornati ai livelli di cellulite pre-trattamento. Ciò significa che sono necessari trattamenti di mantenimento per ridurre costantemente la cellulite e mantenere i risultati.

Come dovrei usare la luce rossa per la cellulite?

Terapia a luce rossa per la cellulite: funziona davvero?,

Grazie ai progressi tecnologici nell’illuminazione a LED, sono ora disponibili dispositivi a luce rossa di alta qualità per l’uso domestico. Ciò significa che puoi autosomministrarti la terapia a luce rossa per trattare la cellulite nel comfort e nella comodità di casa tua.

Otterrai i risultati desiderati da un dispositivo LED ad alto rendimento in grado di fornire l’intensità della luce necessaria per l’assorbimento nei tessuti del corpo. I risultati migliori si otterranno combinando la luce rossa e NIR.

La luce rossa influirà sul grasso sottocutaneo, ovvero il grasso tremolante appena sotto la pelle, mentre la luce NIR viene assorbita molto più in profondità nel corpo dove influisce positivamente sulla composizione corporea aumentando il rapporto tra muscoli e grasso corporeo. L’aumento della crescita muscolare stimolerà il tuo metabolismo. L’aumento della massa muscolare aumenta il metabolismo di base, che aumenta il numero di calorie bruciate mentre sei a riposo.

Una combinazione delle lunghezze d’onda più terapeutiche: 630 nm e 660 nm (luce rossa), insieme a 810 nm, 830 nm e 850 nm (luce NIR) fornirà i benefici terapeutici completi di ciascuna lunghezza d’onda. Questa combinazione può essere trovata solo nella serie pannelli luce rossa, un investimento che verrà ripagato con una serie di benefici per la salute, dal miglioramento del funzionamento del sistema immunitario alla riduzione nei sintomi di malattie croniche della pelle, alla riduzione del grasso e della cellulite.

Fai attenzione quando scegli un dispositivo LED per uso domestico, poiché tutti i dispositivi a luce rossa NON sono uguali. Le maschere, le bacchette e gli involucri a luce rossa a LED economici non hanno il potere di fornire abbastanza luce, il che significa che non sono efficaci. E poiché molti sono alimentati a batteria, puoi aspettarti un calo di intensità ancora maggiore man mano che le batterie si scaricano.

Quanto spesso dovrei usare la terapia con luce rossa?

Puoi autosomministrarti la terapia con la luce rossa da tre a cinque volte a settimana, per 10-20 minuti alla volta. Per una notevole riduzione della cellulite, consigliamo l’uso del trattamento con luce rossa per un periodo da uno a quattro mesi. La terapia con luce rossa funziona a livello cellulare e non è considerata un “cerotto” che si concentra solo sui sintomi, motivo per cui sono necessari trattamenti relativamente estesi.

La terapia con luce rossa stimola i processi rigenerativi del corpo, ma poiché le cellule della pelle impiegano circa 27 giorni per replicarsi e le cellule del tessuto connettivo si replicano ancora più lentamente (e le cellule non si replicano tutte contemporaneamente), aspettati almeno un mese per vedere risultati ottimali.

Posso sottopormi a troppa terapia con la luce rossa?

Non sono noti effetti collaterali della terapia con luce rossa. La luce rossa non brucerà la pelle né causerà l’invecchiamento precoce della pelle come i raggi ultravioletti (UVA/UVB). Tuttavia, poiché la luce rossa funziona a livello cellulare e le cellule hanno bisogno di tempo per ripararsi e replicarsi, “più” non è necessariamente migliore. La rigenerazione della pelle e del tessuto connettivo non può essere accelerata aggiungendo più sessioni a luci rosse o avvicinandosi al dispositivo.

Trattare il grasso in eccesso, compresa la cellulite, richiede costanza e pazienza. Proprio come ci vuole tempo per sviluppare i muscoli e perdere peso con l’allenamento di resistenza, ci vuole tempo perché gli effetti della terapia con la luce rossa raggiungano i loro massimi risultati.

Tuttavia, dovresti ottenere risultati incoraggianti dalla terapia con luce rossa piuttosto rapidamente. Le sue proprietà liposolubili possono offrire un’immediata riduzione visibile dell’aspetto della cellulite. Dopo alcuni trattamenti potresti notare anche una significativa riduzione delle dimensioni delle aree trattate.

Per ottenere i migliori risultati possibili nella riduzione della cellulite, combina la terapia con la luce rossa con scelte di vita intelligenti, tra cui una dieta sana ed esercizio fisico regolare. Affinché la perdita della cellulite sia permanente, mantieni il tuo impegno verso uno stile di vita sano e un programma di mantenimento continuo di trattamenti settimanali a luci rosse.

Puoi levigare le cosce, i glutei, la pancia, i fianchi e le braccia con la terapia a luce rossa! 

Terapia a luce rossa per la cellulite: funziona davvero?,

Molte persone iniziano a utilizzare la luce rossa per il trattamento delle malattie della pelle e sperimentano benefici ben oltre ciò che si aspettavano. Sarai ispirato a continuare a utilizzare la terapia con luce rossa per stimolare il tuo metabolismo, bruciare i grassi e ripristinare un aspetto sodo e giovane sul viso e sul corpo.

Se la domanda “come eliminare la cellulite su cosce e glutei?” ti ha infastidito, allora potresti essere felice di sapere che la terapia con la luce rossa può essere uno strumento sano e sicuro per perdere peso e ridurre al minimo la comparsa della cellulite. Puoi individuare le aree problematiche con piccoli pannelli laser a basso livello o anche combinare diversi pannelli di grandi dimensioni per la riduzione del grasso corporeo su tutto il corpo. Ti farà piacere sapere che la terapia con la luce rossa è efficace, naturale, sicura e piacevole (tutto ciò che senti è un leggero calore) e non sono noti effetti collaterali.

 

Domande frequenti

D. Quante sessioni di terapia con luce rossa sono necessarie per vedere i risultati?

Risposta: Di solito sono necessarie circa 10 sessioni per vedere cambiamenti visibili. Tuttavia, dopo alcuni trattamenti, puoi aspettarti di osservare risultati minori.

Fonte: Platinum Therapy Lights

Informazioni di base sulla terapia della luce:

DISCLAIMER
Le informazioni disponibili su questo sito  non costituiscono in nessun caso un consulto, visita o diagnosi del medico. Questo sito web non fornisce Consulti Medici. Non sostituisce  la consulenza del vostro medico curante relativamente al Vostro stato di salute personale. Qualsiasi informazione concernente condizioni di salute, farmaci, cure mediche  è presentata puramente a titolo indicativo e generale. Le informazioni e notizie sul sito light-therapy.website non devono essere considerate complete o esaustive. Utilizzerete questo sito web sotto la Vostra unica ed esclusiva responsabilità.

Carrello
Torna in alto