Prove scientifiche che la terapia della luce funziona

Caro Lettore!

Siamo lieti di poter dire che la stragrande maggioranza degli effetti positivi attribuiti alla fototerapia e alla cromoterapia sono stati verificati anche dalla scienza. 

Esperienze, credenze e scienza

La luce e i colori vengono utilizzati dall’uomo da più di 4.000 anni per guarire, per migliorare lo stato fisico, mentale e l’umore.

L’uso medicinale regolare – e ormai ufficialmente accettato – della terapia della luce è stato guidato da esperienze positive che hanno mostrato chiaramente il miglioramento del nostro stato fisico e mentale, del benessere (wellness, benessere) come risultato del trattamento con la luce.

Terapie di classe “A”.

Queste sono le terapie che generalmente sono nella coscienza pubblica, molte persone le raccomandano e le applicano da molto tempo

  • anche scientificamente hanno confermato il loro effetto positivo
  • spiegare anche scientificamente il funzionamento della terapia

Terapie di classe “B”.

Queste sono le terapie che generalmente sono nella coscienza pubblica, molte persone le raccomandano e le applicano da molto tempo

  • anche scientificamente hanno confermato il loro effetto positivo, ma
  • scientificamente  non esiste ancora alcuna spiegazione per il meccanismo d’azione della terapia

Terapie di classe “C”.

Queste sono le terapie che sono generalmente nella coscienza pubblica, molti le raccomandano e le applicano da molto tempo, ma

  • non scientificamente confermato il loro effetto positivo e
  • scientificamente  non esiste ancora alcuna spiegazione per il meccanismo d’azione della terapia

Terapie di classe “D”.

Queste sono le terapie che sono generalmente nella coscienza pubblica, molti le raccomandano e le applicano da molto tempo, ma

  • esperienze ordinarie non hanno confermato il loro effetto positivo e
  • scientificamente  nessuna spiegazione per il meccanismo d’azione della terapia

Questa è la categoria strabismo e perdita della vista.

La terapia della luce di tipo “A” viene solitamente già utilizzata ufficialmente e regolarmente negli ospedali e nelle cliniche. Le organizzazioni di certificazione accettano e certificano questi metodi e strumenti.

La maggior parte dei metodi e degli strumenti di tipo “B” vengono regolarmente utilizzati non solo dalle istituzioni sanitarie pubbliche, ma anche da cliniche private, saloni di bellezza, estetisti e privati. La maggior parte dei metodi sono soluzioni ufficialmente consentite, autorizzate, ma non un servizio sanitario o una pratica introdotta dallo Stato.

Le terapie luminose di tipo “C” sono soluzioni che non sono state scientificamente provate in alcun modo. Molte persone considerano queste procedure stupide, occulte e superstiziose. Ciò vale anche per una piccola parte dei casi (terapie di tipo “D”), ma la maggior parte di essi non riceve dichiarazioni negative o denigratorie. È solo che queste terapie non sono state ancora esaminate scientificamente con sufficiente accuratezza, e la scienza non è ancora al livello di poter verificare con precisione il loro meccanismo d’azione, ma le “persone” sperimentano costantemente gli effetti positivi e curativi di queste terapie . La più nota di queste è la cromoterapia dell’Estremo Oriente, indiana e ayurvedica basata sui “chakra”.

Anche se molte persone non credono a queste terapie di categoria “C”, il fatto è che non sono noti trattamenti di fototerapia con effetti negativi. Il trattamento con luce senza estremità non provoca danni. Può diventare un problema se, ad esempio, una persona malata vede la terapia della luce non solo come un trattamento aggiuntivo, ma come un trattamento di base e non si rivolge in tempo a un medico o a uno specialista per il suo problema.

La pratica e le abitudini odierne della terapia della luce (con poche eccezioni) appartengono alle terapie di categoria A e B, quindi possiamo fidarci!

Terapia della luce e cromoterapia

La luce è un’onda elettromagnetica. Non possiamo vedere la luce ad alta frequenza e a bassa lunghezza d’onda, la luce con una frequenza superiore al viola (UV), ma ci abbronza quando prendiamo il sole e ne sentiamo l’effetto dannoso (a volte cancerogeno). Questa luce agisce sulla superficie della nostra pelle.

La gamma visibile della luce inizia con il colore viola (Viola), che arriva fino al rosso< /span> (Rosso) vale. Riducendo la frequenza (aumentando la lunghezza d’onda), qui vediamo i colori viola, blu, verde, arancione, giallo e rosso (rosso). Non vediamo più la luce infrarossa (IR) a causa della sua bassa frequenza e della lunga lunghezza d’onda, ma ne sentiamo l’effetto: il raggio caldo è una radiazione IR, che può essere calda e può persino distruggere o bruciare i tessuti umani. Le onde elettromagnetiche della luce rossa penetrano già negli strati più profondi della nostra pelle, inoltre i raggi nel vicino IR possono agire nel nostro corpo anche a una profondità di diversi centimetri. La luce può essere focalizzata e, se focalizzata, può anche avere un effetto distruttivo (vedi, usando una lente d’ingrandimento, la carta può essere incendiata alla luce del sole).

La luce quindi ha colore anche nella gamma visibile, che viene percepita dai nostri occhi. Tutti i colori (frequenze) possono essere trovati nella luce bianca (luce solare).

Da un punto di vista fisiologico, la luce di ogni colore ha qualche effetto fisico sul nostro corpo – se chiudiamo o meno gli occhi. Se non esageriamo con il trattamento della luce, tutta la luce ha qualche effetto positivo.

Se vediamo la luce, oltre all’effetto fisico sperimentiamo una maggiore terapia della luce/cromoterapia effetto mentale influenza sull’umore.

L’effetto fisico della luce sul corpo umano

La luce proviene da una forza, data  sorgente luminosa (Sole, lampada, ecc.) da una certa distanza, attraverso un mezzo (spazio esterno, strato d’aria, vetro di una finestra, ecc.) fino alla superficie della nostra pelle, da lì entra nel nostro corpo.

Non siamo mai colpiti solo da un singolo raggio di luce (un singolo fotone). Un raggio di luce contiene molti raggi di luce, solitamente di diversa frequenza (colore). Questi raggi luminosi ondeggiano “avanti e indietro” su piani diversi. Se è possibile ottenere che questi raggi vibrino sullo stesso piano (raggio di luce polarizzato), il loro effetto è molto più forte. Ciò significa che un raggio di luce di energia inferiore è sufficiente per lo stesso risultato se è polarizzato.

Lo sappiamo ad es. immagina che una grande terrazza debba essere spazzata e molte persone stiano spazzando le foglie cadute lì, avanti e indietro. Se è possibile coordinare il lavoro degli spazzatori e spazzare in parallelo e lavorare fianco a fianco, meno persone potranno completare il lavoro in meno tempo. (Nell’esempio, una persona simboleggia un raggio di luce, il lavoro parallelo rappresenta la polarizzazione e la velocità del suo movimento rappresenta energia e frequenza). Se molte persone vengono dirette (concentrate) su una piccola area, possono persino distruggere il pavimento della terrazza se molte persone spazzano rapidamente lo stesso posto con una scopa potente (il caso del laser).

Come abbiamo visto, l’effetto della sorgente luminosa dipende da molti fattori esterni ed interni, solo uno dei quali è la proprietà della luce stessa. L’effetto terapeutico dipende quindi dalla luce

  • dalla sua forza
  • dalla sua frequenza
  • dalla sua complessità (monocromatica o meno)
  • dalla sua polarizzazione
  • dal suo focus
  • dalla sua continuità (si accende sempre o forse pulsa)
  • dalla durata di una singola esposizione
  • dalla durata totale e dalla durata della serie di illuminazione (cura, terapia).

Per ottenere un buon risultato è necessario che uno specialista scelga la terapia giusta.

Effetti scientificamente accettati

Come abbiamo visto l’effetto della luce dipende da tante cose, l’analisi precisa e competente delle terapie occupa molte migliaia di pagine. Una descrizione dettagliata di ciò non è lo scopo di questo studio, qui tracciamo solo un quadro generale e semplificato.

  • Colore blu: effetto detergente, disinfettante, calmante, rallentante, contenitivo. Colpisce gli strati superiori della pelle. (Brufoli, ferite lievi).
  • Colore rosso: stimolante, attivante, eccitante, accelerante. Funziona anche negli strati più profondi della pelle, sotto la pelle.
  • Colore giallo: effetto riequilibrante, integrativo, curativo.
  • Altri colori misti: una combinazione degli effetti sopra indicati.
  • La depressione invernale (SAD) può essere alleviata con la terapia della luce
  • Terapia della luce a basso livello (LLLT): ha un effetto fisiologico positivo
  • Luce polarizzata:
    • LLLT di basso livello, effetto positivo
    • stimola la funzione cellulare
    • rafforza il flusso di materiale ed energia tra le cellule
    • migliora l’attività immunitaria
    • allevia l’infiammazione
    • allevia il dolore
    • accelera la guarigione delle ferite
    • spesso fornisce una soluzione laddove altre soluzioni non hanno successo
    • non invasivo
    • ecologico
    • richiede poca energia
    • non dannoso per nessun tessuto (il laser LLLT danneggia gli occhi, ad esempio)
    • può essere prodotto a buon mercato
    • non è richiesta alcuna competenza specifica per utilizzarlo
    • può essere utilizzato anche a casa

Note dell’autore

 

  1. Ricordo sempre la seguente battuta sulla credibilità della terapia della luce:
    Un vecchio zio contadino, che non ha mai lasciato il suo villaggio, si trasferisce nella capitale ei suoi figli lo portano allo zoo. Lo zio guarda la giraffa, la misura a lungo e poi dice: “E non esiste un animale simile!”
  2. Le cose apprese, ereditate e imposte ci portano spesso a conclusioni errate, anche nel caso del pensiero logico. Se un bambino i cui genitori gli hanno instillato che il fulmine è la “freccia di Dio” diventa ateo da adolescente, potrebbe non credere all’esistenza del fulmine, poiché ovviamente non può esistere se non c’è Dio, perché non c’è uno per scoccare la freccia.
  3. Io stesso non credo all’esistenza dell’aura come involucro energetico esoterico, che costituisce il “legame energetico universale tra l’Universo e l’Uomo”.
    D’altra parte, posso immaginare (come ingegnere elettronico laureato) che tutti gli esseri viventi abbiano la pelle leggermente umida, quindi la loro superficie corporea sia circondata da un sottile strato di umidità, vapore acqueo (l’idea non viene da me). Questo involucro è costituito da molecole d’acqua, che possono essere facilmente ionizzate, e mostra proprietà elettriche nel campo elettrico ed elettromagnetico, che ha (ha) anche un fenomeno luminoso. Questo strato polarizzabile è contemporaneamente:
    – strato di mediazione tra il nostro corpo e il nostro ambiente
    – aiuta il flusso bidirezionale di energia e segnale
    – funziona sia come ricevitore che come trasmettitore elettromagnetico
    – la lunghezza d’onda emessa e il raggio d’onda sono unici per l’uomo
    – una componente combinata (sovrapposta) di diverse onde generate internamente, che porta le caratteristiche delle componenti, e la scomposizione dell’onda può essere caratteristica del comportamento e dello stato di alcune parti e organi del corpo umano, cioè
    – errori di continuità nell’aura possono indicare problemi specifici di organi,
    – lo stato dell’aura come intera “barriera al vapore elettricamente sensibile” può caratterizzare lo stato di salute olistico di una persona (la conduttività elettrica della pelle, che dipende dalla sua umidità!!! – ad es. può indicare molti problemi fisiologici e mentali interni e condizioni – vedi ad esempio la macchina della verità o il funzionamento dei sensori dei moderni orologi intelligenti).

La terapia della luce è una cosa buona e moderna, con molte possibilità (vedi studi e risultati scientifici della NASA).

Tibor Sas
light-therapy.website

 

 

 

 

Carrello
Torna in alto