Fototerapia LED con luce polarizzata per le afte in bocca

L’ulcera aftosa è la condizione ulcerosa più comune della mucosa orale e si presenta come una dolorosa piaga perforata sulle mucose orali o genitali . Sono chiamate anche afte, aftosi, stomatite aftosa e afte.

Chi soffre di ulcere aftose ?

Chiunque può avere un’ulcera aftosa; Il 20% della popolazione ne ha uno o più, almeno occasionalmente. Di solito compaiono per la prima volta durante l’infanzia o l’adolescenza e colpiscono più comunemente le donne rispetto ai maschi.

Le ulcere aftose possono essere una manifestazione precoce di una malattia sistemica come la malattia di Behçet o di disturbi gastrointestinali tra cui la celiachia, il morbo di Crohn e la colite ulcerosa . La stomatite aftosa è una caratteristica della sindrome febbrile ricorrente (sindrome PFAPA) .

È interessante notare che il fumo può essere protettivo contro le afte, anche se il fumo peggiora molte condizioni orali e cutanee.

Cosa provoca un’ulcera aftosa?

La ragione esatta per cui si sviluppa l’ulcera aftosa non è ancora chiaramente definita. Circa il 40% delle persone che soffrono di ulcere aftose hanno una storia familiare di ulcere aftose. Si pensa attualmente che il sistema immunitario sia disturbato da qualche fattore esterno e reagisca in modo anomalo contro una proteina nel tessuto della mucosa .

I fattori che sembrano innescare epidemie di ulcere includono:

  • Stress emotivo e mancanza di sonno
  • Trauma meccanico , ad esempio morso autoinflitto
  • Carenza nutrizionale, in particolare di vitamina B, ferro e acido folico
  • Alcuni alimenti, incluso il cioccolato
  • Alcuni dentifrici; ciò potrebbe riguardare il sodio laureth solfato (il componente schiumogeno del dentifricio)
  • Mestruazioni
  • Alcuni farmaci, incluso nicorandil, somministrati per l’angina
  • Infezioni virali .

Un’ulcera aftosa è tipicamente una piaga o un’ulcera solitaria, rotonda o ovale, all’interno della bocca, su un’area in cui la mucosa non è strettamente legata all’osso sottostante, come all’interno delle labbra e delle guance o sotto la lingua. Le ulcere aftose possono colpire anche i genitali sia nei maschi che nelle femmine.

L’ulcera aftosa ricorrente di solito inizia come una macchia rotonda, giallastra, rialzata, circondata da un alone rosso. Questa poi si scompone in un’ulcera perforata, ricoperta da una membrana bianca, gialla o grigiastra poco aderente. Il tessuto circostante è sano e inalterato. L’ulcera può essere dolorosa, soprattutto se irritata dal movimento o dal consumo di alcuni tipi di alimenti come gli agrumi.

Le persone possono manifestare una singola ulcera o più ulcere. Le ulcere multiple tendono ad essere ampiamente distribuite in tutta la bocca di una persona.

L’ulcerazione aftosa  è classificata in tre tipi.

  • Ulcera aftosa minore ricorrente (80%). Ha un diametro inferiore a 5 mm e guarisce entro 1-2 settimane.
  • Ulcera aftosa maggiore, che è grande (spesso più di 10 mm) e impiega settimane o mesi per guarire e lascia una cicatrice .
  • Ulcere erpetiformi , che sono ulcere multiple e puntiformi che guariscono entro un mese. Questi sono più comunemente sulla lingua.

 

Ulcere aftose minori

Fototerapia LED con luce polarizzata per le afte in bocca,

Come viene diagnosticata l’ulcera aftosa?

Le ulcere aftose vengono solitamente diagnosticate clinicamente. Raramente sono necessarie indagini, ma vengono intraprese se vi sono attacchi ricorrenti di ulcere orali multiple o gravi o aftosi complesse.

Gli esami del sangue possono includere:

  • Emocromo, ferro, vitamina B12 e studi sui folati
  • Test degli anticorpi del glutine per la celiachia
  • Test della calprotectina fecale per la malattia di Crohn.

I tamponi per microbiologia valutano la presenza di Candida albicans , virus dell’Herpes simplex e organismi di Vincent .

Qual è la diagnosi differenziale dell’ulcera aftosa?

Dovrebbero essere prese in considerazione altre cause di ulcera alla bocca , tra cui:

  • Herpes simplex , afta epizootica  e altre infezioni virali
  • Herpangina
  • Eritema multiforme
  • Risolto il problema dell’eruzione da farmaci .
Diagnosi differenziale dell’ulcera aftosa orale

Fototerapia LED con luce polarizzata per le afte in bocca,

Qual è il trattamento per l’ulcera aftosa?

Non esiste una cura per l’ulcera aftosa e le ulcere guariscono spontaneamente. L’obiettivo principale del trattamento è ridurre il dolore e il disagio e promuovere la guarigione.

Misure generali

  • Paste protettive che formano una barriera sull’ulcera riducendo l’esposizione alle sostanze irritanti.
  • Cauterizzazione superficiale dei tessuti con bastoncino di nitrato d’argento.
  • Anestetici locali benzocaina e lignocaina (lidocaina) per ridurre il dolore.
  • Dentifricio medicato senza sodio laureth solfato.
  • Collutori antibatterici per ridurre l’infezione secondaria .
  • Evitare gli alimenti che scatenano o esacerbano le ulcere.
  • Trattamento di una condizione associata o di una causa sottostante, ad esempio:
    • Integratori alimentari di vitamine o minerali, se la dieta è inadeguata o se viene identificata una carenza.
  • Riduzione dello stress.

Medicinali prescritti per l’ulcera aftosa

Raramente sono necessari farmaci topici su prescrizione:

  • Sospensione di tetraciclina come collutorio
  • Corticosteroidi topici come lozioni, creme o paste, ad esempio triamcinolone in pasta dentale
  • Inibitori della calcineurina : pimecrolimus topico o tacrolimus .

Nei casi più gravi, in particolare se sono presenti sintomi sistemici, possono essere presi in considerazione farmaci orali con attività antinfiammatoria (uso off-label):

  • Tetraciclina  ad es. doxiciclina 50-100 mg al giorno per 3-6 mesi o più
  • Dapsone
  • Colchicina
  • Steroidi sistemici
  • Agenti immunosoppressori come azatioprina , metotrexato , ciclosporina

Qual è l’esito di un’ulcera aftosa?

La maggior parte delle ulcere aftose minori ricorrenti guariscono entro 1-2 settimane senza lasciare cicatrici senza alcun trattamento. Le ulcere aftose minori comunemente si ripresentano in modo intermittente.

Le ulcere aftose ricorrenti sono per lo più un fastidio minore, ma in alcune persone sono associate a problemi di salute significativi.

L’ulcera aftosa maggiore guarisce lasciando cicatrici.

Trattamento delle afte con luce polarizzata

La terapia della luce polarizzata è un campo della medicina relativamente nuovo. Alla fine del secolo scorso un gruppo di ricercatori scoprì che la luce polarizzata ha un effetto positivo su cellule e tessuti, soprattutto

  • per alleviare il dolore
  • per guarire le ferite
  • per migliorare le reazioni immunitarie delle cellule
  •  per attività dei processi cellulari
  • per prevenire lo sviluppo di ferite e afte.

Prevenzione delle afte della bocca

Spesso si verificano piccole lesioni in bocca. Può essere causato da un dente affilato, un brutto morso, una posata danneggiata, ecc.
In molti casi, queste piccole lesioni sono la causa di afte e ulcere alla bocca più grandi.

Se la piccola lesione viene notata in tempo, questi processi spesso dolorosi e che causano ferite, lo sviluppo di afte e ulcere alla bocca possono essere prevenuti con un trattamento con terapia con luce polarizzata.

Trattamento di ulcera alla bocca con il dispositivo Miolite

  • Per ferite fresche, attendere un giorno (24 ore) prima di iniziare il primo trattamento con il dispositivo Miolite!
  • Per le ferite lineari, tenere la testa dello strumento (l’asse più lungo della finestra ellittica) perpendicolare alla ferita.
  • Durante il trattamento della ferita, assicurarsi che il bordo della testina di trattamento non tocchi la superficie trattata!
  • La finestra di emissione della luce deve trovarsi a circa 2-5 mm di distanza dalla superficie trattata e il trattamento deve durare almeno 4 minuti e al massimo 8 minuti su ciascuna parte della superficie da trattare (per ciascun punto luminoso).
  • Tenere la finestra della lampada su una superficie specifica, quindi spostarla sulla superficie successiva da trattare finché l’intera lunghezza della ferita non viene scansionata con il raggio luminoso della testina di trattamento appropriata.
  • Il trattamento deve essere effettuato 2-3 volte al giorno. – Se non si notano miglioramenti entro 1 settimana, consultare il medico prima di continuare il trattamento.

Scopri di più su MIOLITE: clicca qui

Clicca qui per acquistare MIOLITE!

Fonte: DermNet

Informazioni di base sulla terapia della luce

DISCLAIMER
Tutti i prodotti  NON sono presidi medici, ma dispositivi per il benessere, il cui corretto utilizzo fa generalmente bene al corpo, all’umore e al benessere. Il trattamento della luce è sempre solo una terapia complementare e non curativa.Le informazioni disponibili su questo sito  non costituiscono in nessun caso un consulto, visita o diagnosi del medico. Questo sito web non fornisce Consulti Medici. Non sostituisce  la consulenza del vostro medico curante relativamente al Vostro stato di salute personale. Qualsiasi informazione concernente condizioni di salute, farmaci, cure mediche  è presentata puramente a titolo indicativo e generale. Le informazioni e notizie sul sito light-therapy.website non devono essere considerate complete o esaustive. Utilizzerete questo sito web sotto la Vostra unica ed esclusiva responsabilità.

Carrello
Torna in alto