Brufoli - rimedi naturali per brufoli: fototerapia

Panoramica

Cos’è il brufolo?

Il brufolo (o acne)  è una condizione della pelle comune in cui i pori della pelle si intasano. I blocchi dei pori producono punti neri, brufoli e altri tipi di brufoli. I brufoli sono protuberanze piene di pus, a volte dolorose, sulla pelle.

Il termine medico per l’acne è acne vulgaris.

Lampade terapia luce per cura dei brufoli – CLICCA QUI!

Quali sono i tipi di brufoli?

Esistono diversi tipi di brufoli, tra cui:

  • Acne fungina (follicolite da pitirosporum) : l’acne fungina si verifica quando il lievito si accumula nei follicoli piliferi. Questi possono essere pruriginosi e infiammati.
  • Acne cistica : l’acne cistica provoca brufoli e noduli profondi e pieni di pus. Questi possono causare cicatrici.
  • Acne ormonale : l’acne ormonale colpisce gli adulti che hanno una sovrapproduzione di sebo che ostruisce i pori.
  • Acne nodulare : l’acne nodulare è una forma grave di acne che provoca brufoli sulla superficie della pelle e noduli teneri e nodulari sotto la pelle.

Tutte queste forme di acne possono influenzare la tua autostima e sia l’acne cistica che quella nodulare possono portare a danni permanenti alla pelle sotto forma di cicatrici. È meglio chiedere aiuto tempestivamente a un operatore sanitario in modo che possa determinare le migliori opzioni di trattamento per te.

Chi colpisce l’acne?

L’acne di solito colpisce tutti prima o poi nella vita. È più comune tra gli adolescenti e i giovani adulti che subiscono cambiamenti ormonali, ma l’acne può verificarsi anche durante l’età adulta. L’acne adulta è più comune tra le donne e le persone assegnate come femmine alla nascita (AFAB). Potresti essere maggiormente a rischio di sviluppare l’acne se hai una storia familiare di acne (genetica).

Quanto è comune l’acne?

Se hai l’acne, sappi che non sei solo. L’acne è la condizione della pelle più comune che le persone sperimentano. Si stima che circa l’80% delle persone di età compresa tra 11 e 30 anni avrà almeno una forma lieve di acne.

Dove sul mio corpo avrò brufolo?

Le zone più comuni in cui potresti avere l’acne sono:

Le ghiandole sebacee esistono in tutto il corpo. Le sedi comuni dell’acne sono quelle in cui sono presenti maggiormente le ghiandole sebacee.

Sintomi e cause

Quali sono i sintomi dell’acne?

I sintomi dell’acne sulla pelle includono:

  • Brufoli (pustole) : protuberanze piene di pus (papule).
  • Papule : piccole protuberanze scolorite, spesso dal rosso al viola o più scure del tono naturale della pelle.
  • Punti neri : pori ostruiti con una parte superiore nera.
  • Punti bianchi : pori ostruiti con superficie bianca.
  • Noduli : grandi grumi sotto la pelle che sono dolorosi.
  • Cisti : noduli dolorosi pieni di liquido (pus) sotto la pelle.

L’acne può essere lieve e causare qualche brufolo occasionale oppure può essere moderata e causare papule infiammatorie. L’acne grave provoca noduli e cisti.

Cosa causa l’acne?

I follicoli piliferi o i pori ostruiti causano l’acne. I follicoli piliferi sono piccoli tubi che contengono una ciocca di capelli. Ci sono diverse ghiandole che si svuotano nei follicoli piliferi. Quando c’è troppo materiale all’interno del follicolo pilifero, si verifica un intasamento. I tuoi pori possono ostruirsi con:

  • Sebo : una sostanza oleosa che fornisce una barriera protettiva per la pelle.
  • Batteri : piccole quantità di batteri vivono naturalmente sulla pelle. Se hai troppi batteri, possono ostruire i pori.
  • Cellule morte della pelle : le cellule della pelle si perdono spesso per fare spazio alla crescita di più cellule. Quando la pelle rilascia cellule morte, queste possono rimanere intrappolate nei follicoli piliferi.

Quando i pori si ostruiscono , le sostanze ostruiscono il follicolo pilifero, creando un brufolo. Ciò innesca l’infiammazione, che avverti come dolore e gonfiore. Puoi anche vedere l’infiammazione attraverso lo scolorimento della pelle come il rossore attorno a un brufolo.

Trigger dell’acne

Alcune cose nel tuo ambiente contribuiscono all’acne o possono peggiorare l’acne, tra cui:

  • Indossare indumenti e copricapi attillati, come cappelli e caschi sportivi.
  • Inquinamento atmosferico e determinate condizioni meteorologiche, in particolare elevata umidità.
  • Usare prodotti per la cura personale oleosi o grassi, come lozioni e creme pesanti, o lavorare in un’area in cui entri abitualmente in contatto con il grasso, come lavorare in un ristorante con olio per friggere.
  • Stress , che aumenta l’ormone cortisolo.
  • Un effetto collaterale di un farmaco.
  • Prendersi cura dell’acne.

Alimenti che causano l’acne

Alcuni studi collegano particolari alimenti e diete all’acne, come:

  • Latte scremato.
  • Proteine ​​del siero di latte.
  • Diete ricche di zuccheri.

Mentre le diete ad alto contenuto di zuccheri possono portare a focolai di acne, il cioccolato non è direttamente collegato all’acne.

Per ridurre il rischio di acne, scegli di seguire una dieta equilibrata e nutriente con molta frutta e verdura fresca, soprattutto quelle ricche di vitamina C e beta-carotene, che aiuta a ridurre l’infiammazione.

Ormoni e acne

L’acne è in gran parte una condizione ormonale guidata dagli ormoni androgeni (testosterone). Questo in genere diventa attivo durante gli anni dell’adolescenza e dei giovani adulti. Potresti anche notare la formazione di acne nel periodo delle mestruazioni a causa dell’attività ormonale. La sensibilità a questo ormone, combinata con i batteri superficiali della pelle e le sostanze rilasciate dalle ghiandole del corpo, può provocare l’acne.

Brufoli – rimedi naturali per brufoli: fototerapia,

Diagnosi e test

Come viene diagnosticata l’acne?

Un operatore sanitario può diagnosticare l’acne durante un esame della pelle. Durante questo esame, l’operatore osserverà attentamente la tua pelle per saperne di più sui sintomi. Inoltre, potrebbero anche chiedere informazioni sui fattori di rischio per l’acne, come:

  • Ti senti stressato?
  • Hai una storia familiare di acne?
  • Se sei una donna o una persona AFAB, noti degli sfoghi durante il ciclo mestruale?
  • Quali farmaci prendi attualmente?

Il tuo medico non avrà bisogno di eseguire alcun test diagnostico per l’acne, ma potrebbe offrirti test per diagnosticare eventuali condizioni di base se hai focolai di acne improvvisi e gravi, soprattutto se sei un adulto.

Chi tratta l’acne?

Un operatore sanitario generale o un dermatologo possono diagnosticare e curare l’acne. Se soffri di acne ostinata che non migliora con il trattamento, un dermatologo può aiutarti.

Quanto può essere grave l’acne?

I dermatologi classificano l’acne in base alla gravità:

  • Grado 1 (lieve) : prevalentemente punti bianchi e neri, con alcune papule e pustole.
  • Grado 2 (acne moderata o pustolosa) : papule e pustole multiple, principalmente sul viso.
  • Grado 3 (acne moderatamente grave o nodulocistica) : numerose papule e pustole, insieme a noduli occasionalmente infiammati. Anche la schiena e il torace potrebbero essere colpiti.
  • Grado 4 (acne nodulocistica grave) : numerose pustole e noduli grandi, dolorosi e infiammati.

Lampade terapia luce per cura dei brufoli – CLICCA QUI!

Gestione e trattamento

Come viene trattata il brufolo?

Esistono diversi modi per curare l’acne. Ogni tipo di trattamento varia in base all’età, al tipo di acne che si ha e alla gravità. Un operatore sanitario potrebbe consigliare l’assunzione di farmaci per via orale, l’uso di farmaci topici o l’uso di terapie farmacologiche per trattare la pelle. L’obiettivo del trattamento dell’acne è impedire la formazione di nuovi brufoli e curare le imperfezioni esistenti sulla pelle.

Farmaci topici per l’acne

Il tuo medico potrebbe consigliarti l’uso di un farmaco topico per l’acne per trattare la pelle. Puoi strofinare questi farmaci direttamente sulla pelle come faresti con una lozione o una crema idratante. Questi potrebbero includere prodotti che contengono uno dei seguenti ingredienti:

  • Perossido di benzoile : è disponibile come prodotto da banco (come Clearasil®, Stridex® e PanOxyl®) come gel o detergente da non sciacquare. Prende di mira i batteri superficiali, che spesso aggravano l’acne. Concentrazioni più basse e formulazioni di lavaggio sono meno irritanti per la pelle.
  • Acido salicilico : è disponibile come prodotto da banco per l’acne come detergente o lozione. Aiuta a rimuovere lo strato superiore della pelle danneggiata. L’acido salicilico dissolve le cellule morte della pelle per evitare che i follicoli piliferi si ostruiscano.
  • Acido azelaico : questo è un acido naturale presente in vari cereali come orzo, frumento e segale. Uccide i microrganismi sulla pelle e riduce il gonfiore.
  • Retinoidi (derivati ​​della vitamina A) : il retinolo, come Retin-A®, Tazorac® e Differin®, disponibile senza prescrizione medica, scompone i punti neri e bianchi e aiuta a prevenire i pori ostruiti, i primi segni dell’acne. La maggior parte delle persone sono candidate alla terapia con retinoidi. Questi farmaci non sono trattamenti localizzati e devono essere utilizzati su tutta la zona della pelle colpita dall’acne per prevenire la formazione di nuovi brufoli. Spesso è necessario utilizzarli per diversi mesi prima di notare risultati positivi.
  • Antibiotici : gli antibiotici topici come la clindamicina e l’eritromicina controllano i batteri superficiali che aggravano e causano l’acne. Gli antibiotici sono più efficaci se combinati con il perossido di benzoile.
  • Dapsone : Dapsone (Aczone®) è un gel topico, che ha anche proprietà antibatteriche. Tratta l’acne infiammata.

Farmaci per l’acne orale

I farmaci orali per l’acne sono pillole da assumere per via orale per eliminare l’acne. I tipi di farmaci per l’acne orale potrebbero includere:

  • Antibiotici : gli antibiotici trattano l’acne causata da batteri. Gli antibiotici comuni per l’acne includono tetraciclina , minociclina e doxiciclina. Questi sono i migliori per l’acne da moderata a grave.
  • Isotretinoina (Amn stima®, Claravis® e Sotret®) : l’isotretinoina è un retinoide orale. L’isotretinoina riduce le dimensioni delle ghiandole sebacee, contribuendo alla formazione dell’acne.
  • Contraccettivi : l’uso di alcuni contraccettivi a volte può aiutare le donne e le persone AFAB che soffrono di acne. La Food and Drug Administration (FDA) statunitense ha approvato diversi tipi di pillola anticoncezionale per il trattamento dell’acne. Alcuni marchi includono Estrostep®, Beyaz®, Ortho Tri-Cyclen® e Yaz®. Queste pillole contengono una combinazione di estrogeni (il principale ormone sessuale AFAB) e progesterone (una forma naturale di steroide che aiuta a regolare le mestruazioni).
  • Terapia ormonale : la terapia ormonale è utile per alcune persone con acne, soprattutto se si verificano riacutizzazioni dell’acne durante le mestruazioni o periodi irregolari causati da un eccesso di androgeni (un ormone). La terapia ormonale consiste in estrogeni e progesterone a basso dosaggio (pillola anticoncezionale) o in un farmaco chiamato spironolattone che blocca l’effetto di alcuni ormoni a livello dei follicoli piliferi e delle ghiandole sebacee.

Terapie aggiuntive per l’acne

Se i farmaci topici o orali non funzionano bene per l’acne o se hai cicatrici dovute all’acne, un operatore sanitario può consigliare diversi tipi di terapie contro l’acne per schiarire la pelle, tra cui:

  • Steroidi : gli steroidi possono trattare l’acne grave con iniezioni in grandi noduli per ridurre l’infiammazione.
  • Laser : i laser e la terapia della luce trattano le cicatrici da acne. Un laser fornisce calore al collagene cicatrizzato sotto la pelle. Ciò si basa sulla risposta di guarigione delle ferite del tuo corpo per creare nuovo collagene sano, che incoraggia la crescita di nuova pelle per sostituirlo.
  • Peeling chimici : questo trattamento utilizza sostanze chimiche speciali per rimuovere lo strato superiore della vecchia pelle. Dopo la rimozione dello strato superiore della pelle, la nuova pelle cresce più liscia e può ridurre le cicatrici da acne.

In che modo gli antibiotici trattano l’acne?

Gli antibiotici sono farmaci che colpiscono i batteri. Alcuni usati per trattare l’acne possono anche ridurre l’infiammazione. I batteri possono ostruire i pori e causare l’acne. Gli antibiotici sono responsabili di:

  • Bloccare l’ingresso dei batteri nel tuo corpo.
  • Distruggere i batteri.
  • Prevenire la moltiplicazione dei batteri.

Un operatore sanitario ti consiglierà gli antibiotici se soffri di acne causata da batteri o se hai un’infezione. Gli antibiotici eliminano un’infezione se i batteri penetrano in un brufolo scoppiato, che può gonfiarsi e diventare doloroso. Questo farmaco non è una cura per l’acne e non dovresti prenderlo a lungo termine per curare l’acne.

Come posso far sparire l’acne a casa?

Se soffri di acne, puoi iniziare una routine di cura della pelle a casa per aiutare l’acne a scomparire:

  • Lavare la pelle almeno una volta al giorno con acqua tiepida (non bollente) e un detergente delicato. I detergenti sono prodotti per la cura della pelle da banco che aiutano a pulire la pelle.
  • Lavare la pelle dopo aver fatto attività fisica o sudato.
  • Evita l’uso di prodotti per la cura della pelle contenenti alcol, astringenti, tonici ed esfolianti, che possono irritare la pelle.
  • Rimuovere il trucco a fine giornata o prima di andare a letto.
  • Scegliere una crema idratante senza oli da applicare sulla pelle dopo la pulizia.
  • Evita di schiacciare, raccogliere o spremere l’acne. Lascia che la tua pelle guarisca naturalmente per evitare che si formino cicatrici sulla pelle.

Se la tua routine di cura della pelle a casa non è efficace nel trattamento dell’acne, visita un operatore sanitario.

Il trattamento dell’acne è sicuro per le persone in gravidanza?

Molti trattamenti topici e orali contro l’acne non sono sicuri da assumere durante la gravidanza. Se sei incinta o stai pianificando una gravidanza, è importante discutere i trattamenti per l’acne con il tuo medico e informarlo se rimani incinta.

Quanto tempo ci vuole perché l’acne scompaia?

In media, possono essere necessarie da una a due settimane affinché i brufoli dell’acne si risolvano da soli. Con un trattamento farmacologico e una buona routine di cura della pelle, puoi accelerare i tempi di guarigione del tuo corpo e far scomparire l’acne più velocemente. Nel caso dell’acne grave, possono essere necessarie diverse settimane affinché l’acne scompaia, anche con il trattamento.

Prevenzione

Come posso prevenire l’acne?

Non è possibile prevenire completamente l’acne, soprattutto durante i cambiamenti ormonali, ma puoi ridurre il rischio di svilupparla:

  • Lavare il viso ogni giorno con acqua tiepida e un detergente viso.
  • Usando una crema idratante senza oli.
  • Indossare prodotti per il trucco “non comedogenici” e rimuovere il trucco alla fine di ogni giornata.
  • Tenere le mani lontane dal viso.

Prospettive/prognosi

Cosa posso aspettarmi se ho l’acne?

L’acne spesso scompare nella prima età adulta, anche se alcune persone continueranno a soffrire di acne per tutta l’età adulta. Il tuo medico o un dermatologo certificato può aiutarti a gestire questa condizione. Vari farmaci e terapie sono forme efficaci di trattamento. Mirano ai fattori sottostanti che contribuiscono all’acne. Potrebbero essere necessari diversi tipi di trattamento prima che tu e il tuo medico troviate quello che funzioni meglio per la vostra pelle. I prodotti per la cura della pelle che funzionano per te potrebbero non funzionare per qualcun altro con sintomi simili.

L’acne può causare cicatrici?

Sì, a volte l’acne può causare cicatrici . Ciò accade quando l’acne penetra nello strato superiore della pelle e danneggia gli strati più profondi della pelle. L’infiammazione fa gonfiare i pori dell’acne e le pareti dei pori iniziano a rompersi, provocando danni alla pelle. Le cicatrici possono essere fonte di ansia, il che è normale. Prima del trattamento, il tuo medico determinerà quale tipo di acne ha causato le tue cicatrici. Sono disponibili diverse opzioni di trattamento per le cicatrici da acne.

In che modo il brufolo influisce sulla mia salute mentale?

L’acne può causare problemi alla salute mentale perché influisce sull’aspetto e sull’autostima. Spesso, lo sviluppo dell’acne è fuori dal tuo controllo se gli ormoni lo causano. Ciò può creare stress, che può influenzare futuri sblocchi. L’acne può essere una sfida per adolescenti e giovani adulti. Se l’acne ti fa sentire ansioso o ti impedisce di partecipare ad attività sociali con i tuoi amici e familiari, parla con un operatore sanitario o un professionista della salute mentale.

Vivere con brufolo

Quando dovrei consultare il mio medico?

Visita un operatore sanitario non appena noti i brufoli in modo da poter iniziare il trattamento immediatamente prima che si formino cicatrici. Se stai utilizzando un trattamento per l’acne che non funziona per eliminare l’acne o provoca irritazione alla pelle come prurito o scolorimento della pelle, visita un fornitore.

Quali domande dovrei porre al mio medico?

  • Che tipo di acne ho?
  • Quanto è grave la mia acne?
  • Ho bisogno di vedere un dermatologo?
  • Quali farmaci da banco consigliate?
  • Quali farmaci da prescrizione consigliate?

Una nota dalla Cleveland Clinic

L’acne è la più comune di tutte le malattie della pelle e può avere un impatto sulla salute mentale e sull’autostima. Se soffri di acne ostinata, visita un medico o un dermatologo per curare l’acne. A volte, l’acne ha bisogno di un piccolo aiuto extra per scomparire con un farmaco se i trattamenti per la cura della pelle a casa non funzionano. Anche se può essere allettante, cerca di non pizzicare l’acne o di far scoppiare i brufoli per evitare cicatrici. Ricorda che l’acne è temporanea e scomparirà con il giusto trattamento studiato per la tua pelle.

Brufoli – rimedi naturali per brufoli: fototerapia,

Fototerapia per trattare i brufoli

La terapia con luce visibile viene utilizzata per trattare gli episodi di acne da lievi a moderati. La terapia con luce blu e la terapia con luce rossa sono entrambi tipi di fototerapia.

Sicurezza:

La fototerapia è sicura quasi per chiunque e gli effetti collaterali sono lievi.

Convenienza:

Questo tipo di terapia è abbastanza facile da accedere e può essere somministrato nello studio di un dermatologo. Sono disponibili anche prodotti per eseguire questo trattamento a casa.

Efficacia:

La fototerapia è straordinariamente efficace nel trattamento delle lesioni dell’acne, in particolare dell’acne causata da infiammazioni o batteri. Sebbene non esista una cura per l’acne, la fototerapia è supportata da ricerche significative come strumento di gestione dell’acne.

La terapia della luce aiuta l’acne?

Anche con i vari trattamenti orali e topici disponibili per i sintomi dell’acne, molti dei 50 milioni di persone affette da acne sono insoddisfatti dei risultati o degli effetti collaterali di tali trattamenti.

Dispositivi a luce visibile che uccidono i batteri sulla pelle sono stati utilizzati dai dermatologi come trattamento alternativo per l’acne negli ultimi 20 anni. La terapia della luce, chiamata anche luce blu, luce rossa o fototerapia, è un trattamento di origine attendibile supportato dalla ricerca, sicuro per la maggior parte delle persone e relativamente privo di effetti collaterali.

Benefici della terapia della luce

Esistono due tipi principali di terapia della luce visibile utilizzati in ambienti clinici: luce blu e luce rossa. Ognuno ha un uso specifico e, sebbene entrambi aiutino l’acne, ognuno ha benefici diversi.

Terapia della luce blu

La terapia della luce blu è il tipo di terapia della luce più comunemente utilizzata per affrontare gli sfoghi di acne.

La lunghezza d’onda della luce blu ha un effetto antimicrobico, rendendola efficace nell’uccidere diversi tipi di batteri che possono accumularsi nei pori e nelle ghiandole sebacee e causare sfoghi.

In uno studio, le persone con acne trattate per cinque settimane con la terapia della luce blu hanno visto un miglioramento nel 77% dei casi.

La terapia con luce blu aiuta anche a condizionare la pelle, eliminando i radicali liberi che ossidano e invecchiano il viso. Il trattamento ha anche benefici antinfiammatori, che riducono altri sintomi dell’acne, come il rossore.

Terapia con la luce rossa

La terapia con luce rossa non ha gli stessi effetti antibatterici della terapia con luce blu, ma può comunque essere efficace.

La terapia con luce rossa aiuta a promuovere la guarigione e può funzionare per ridurre la visibilità delle cicatrici da acne. Ha anche capacità antinfiammatorie.

La terapia con luce rossa agisce in profondità sotto la superficie della pelle per aiutare a lenire e riparare i tessuti. Se la tua acne è causata da una condizione cronica della pelle, la terapia con la luce rossa potrebbe essere la scelta giusta per te.

Cosa aspettarsi durante la terapia della luce

Prima di fare una sessione di fototerapia, vedrai un dermatologo. Saranno in grado di dirti se sei un buon candidato per questo trattamento, che tipo di luce utilizzeranno, cosa aspettarti e di quanti trattamenti potresti aver bisogno.

Per due settimane prima di una sessione di terapia della luce, potrebbe essere necessario evitare i retinoli e altri prodotti per la cura della pelle che assottigliano la pelle.

Se stai assumendo farmaci antinfiammatori, chiedi al tuo dermatologo se dovresti interromperli. Evita i lettini abbronzanti e l’esposizione solare prolungata e non protetta nei giorni immediatamente precedenti gli appuntamenti per il trattamento.

Le sessioni di terapia con luce blu e rossa durano dai 15 ai 30 minuti ciascuna. Durante la sessione ti sdraierai o metterai la testa in uno speciale dispositivo pensato per mantenere fermo il viso.

Un professionista qualificato della terapia della luce, di solito un infermiere o un dermatologo, applicherà gli impulsi di un dispositivo per la terapia della luce a diverse parti del viso, lavorando in modo circolare. Dopo diverse ripetizioni di questo processo, il trattamento è completo.

Dopo la fototerapia, la pelle trattata potrebbe apparire rosa o rossa. Potrebbe verificarsi un leggero peeling cutaneo nell’area trattata.

La tua pelle potrebbe essere più sensibile e potresti dover saltare il tipico regime di cura della pelle per alcuni giorni dopo, in particolare scrub, esfolianti e vitamina A topica.

Anche se i dermatologi consigliano di indossare la protezione solare ogni giorno, dovrai prestare particolare attenzione alla protezione solare mentre la pelle si riprende.

Secondo l’American Academy of Dermatologists, la terapia con luce visibile non è efficace contro i punti bianchi, i punti neri o l’acne nodulare. Funziona meglio per le persone che soffrono di acne da lieve a moderata.

La fototerapia raramente prevede un singolo trattamento. Di solito si consiglia di iniziare diversi cicli di fototerapia, in genere due o tre trattamenti a settimana, nel corso di quattro-sei settimane.

Effetti collaterali della terapia della luce

La terapia con luce blu e la terapia con luce rossa sono generalmente considerate sicure, ma presentano alcuni effetti collaterali:

  • arrossamento
  • lividi
  • desquamazione della pelle
  • lieve dolore o irritazione

Meno spesso, altri effetti collaterali si sviluppano a seguito di questo trattamento. Gli effetti collaterali rari includono:

  • pus essiccato o formazione di vesciche nel sito di trattamento
  • brucia
  • pigmentazione scura a causa della sovraesposizione al sole dopo il trattamento
  • forte dolore nel sito di trattamento

Rischi della terapia della luce

La luce utilizzata nella fototerapia non è ultravioletta, quindi non comporta rischi di danni alla pelle e radiazioni. Ma ciò non significa che non ci siano rischi per questo trattamento.

Se l’area trattata non viene curata adeguatamente, esiste il rischio di infezione. Se noti pus, vesciche o sviluppi febbre dopo la terapia della luce, chiama immediatamente il tuo medico.

Ci sono anche persone che dovrebbero evitare la terapia della luce. Se

  • stai attualmente assumendo antibiotici o se
  • sei estremamente sensibile alla luce solare o
  • ti scotti facilmente,

potresti non essere il miglior candidato per la terapia della luce per l’acne.

Dovresti evitare questo tipo di trattamento anche se

  • sei incinta o
  • credi di poterlo essere.

Terapia della luce a casa

Esistono alcuni prodotti sul mercato per il trattamento della terapia della luce a domicilio. Negli ultimi anni sono diventati popolari le maschere per il trattamento della luce e i dispositivi luminosi che somministrano la terapia con la luce blu.

La ricerca suggerisce che questi trattamenti possono essere efficaci: un piccolo studio ha scoperto che l’uso della terapia con luce blu autoapplicata per 28 giorni ha ridotto il numero di lesioni acneiche sui volti dei partecipanti.

I dispositivi per la terapia della luce per uso domestico possono sembrare un po’ costosi (un dispositivo di trattamento popolare costa $ 30 per 28 giorni di trattamento), ma rispetto al prezzo dei cicli di trattamento dell’acne in una clinica dermatologica, si tratta di un risparmio sui costi.

D’altra parte, anche se la terapia della luce eseguita a casa probabilmente funziona, non ci sono prove che suggeriscano che funzioni con la stessa efficacia del trattamento professionale.

Per molte persone, la terapia con luce visibile è efficace per il trattamento dell’acne.

È importante avere aspettative realistiche su quanto bene la terapia della luce possa funzionare per te. Sebbene possa migliorare i sintomi, probabilmente non eliminerà le imperfezioni e i brufoli per sempre.

Di solito si consiglia anche di provare altri metodi meno costosi di trattamento topico e orale dell’acne prima di provare la terapia della luce. Parla con il tuo dermatologo per vedere se sei un buon candidato per questo tipo di trattamento dell’acne.

Lampade terapia luce per cura dei brufoli – CLICCA QUI!

Fonte: Cleveland Clinic,  Healthline

Informazioni di base sulla terapia della luce

DISCLAIMER
Tutti i prodotti  NON sono presidi medici, ma dispositivi per il benessere, il cui corretto utilizzo fa generalmente bene al corpo, all’umore e al benessere. Il trattamento della luce è sempre solo una terapia complementare e non curativa.Le informazioni disponibili su questo sito  non costituiscono in nessun caso un consulto, visita o diagnosi del medico. Questo sito web non fornisce Consulti Medici. Non sostituisce  la consulenza del vostro medico curante relativamente al Vostro stato di salute personale. Qualsiasi informazione concernente condizioni di salute, farmaci, cure mediche  è presentata puramente a titolo indicativo e generale. Le informazioni e notizie sul sito light-therapy.website non devono essere considerate complete o esaustive. Utilizzerete questo sito web sotto la Vostra unica ed esclusiva responsabilità.

Carrello
Torna in alto